Parigi o cara

Nei cieli bigi guardo fumar dai mille comignoli Parigi


Parigi è un luogo comune.
Parigi città piena di storia. Parigi città piena di occasioni. Parigi città d’atmosfera.
Scrittori, registi, musicisti, artisti in genere, cercano e trovano sempre un motivo per parlare di Parigi.
Quando ci sono stato qualche anno fa mi sono sentito in una città speciale.

In questo periodo segnali, stimoli provenienti da più parti e ricordi mi hanno fatto pensare alla capitale francese.
Ne elenco alcuni, personali ma non solo, attraverso veloci istantanee.

***
Ho un bellissimo ricordo dei giardini dello scultore August Rodin (1840-1919). E della sua casa del settecento con il parco che la circonda impreziositi dalle opere dello scultore che ne fanno un gradevolissimo museo proprio in centro vicino a Les Invalides.

***
A Parigi tutte le ragazze mi sembravano bellissime.
Il couscous migliore l’ho mangiato a Parigi.

***
Parigi è la più milanese delle città europee che ho visitato. Va da sé che Milano è la più parigina delle città che conosco.
In molte situazioni per me è questione di atmosfera.

***
Ci sono due opere liriche che immancabilmente mi commuovono quando le ascolto; sono Traviata (Parigi o cara) e Bohème (nei cieli bigi).
Entrambe sono ambientate a Parigi.

***
Della canzone Parigi di Paolo Conte mi piacciono questi versi:

Io e te, scaraventati dall’amore in una stanza,
mentre tutto intorno è pioggia, pioggia, pioggia e Francia.

…Della canzone Parigi (o cara) di Roberto Vecchioni questi altri versi:

la prima volta che mi uccisi, là, 
sopra le lamiere della Tour Eiffel 
lo feci solamente per far rabbia alla mia amante; 
ormai son solo al mondo e se muoio anche io 
non avrò più nessuno.

 

Annunci

13 Responses to Parigi o cara

  1. esercizidipensiero ha detto:

    bellissimo questo breve e intimo viaggio parigino. bellissimo.

  2. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Il pleure dans mon coeur
    Comme il pleut sur la ville.
    Quelle est cette langueur
    Qui pénêtre mon coeur ?

    O bruit doux de la pluie
    Par terre et sur les toits !
    Pour un coeur qui s’ennuie,
    O le chant de la pluie !

    Il pleure sans raison
    Dans ce coeur qui s’écoeure.
    Quoi ! nulle trahison ?
    Ce deuil est sans raison.

    C’est bien la pire peine
    De ne savoir pourquoi,
    Sans amour et sans haine,
    Mon coeur a tant de peine.

  3. bricioladinuvola ha detto:

    à Paris … ho lasciato pezzetti di cuore

  4. giuseppeb ha detto:

    Si capisce bene leggendo i tuoi post su Parigi.
    Ciao

  5. guardaitreni ha detto:

    Volevo dirtelo… La pubblicazione del tuo post mi è arrivata mentre facevo il check in on line per Parigi. Ho deciso di passare là il mio compleanno, che sarà a fine mese. Grazie per aver confermato la mia scelta!

  6. Trutzy ha detto:

    Ciao, io non ho mai visitato Parigi e neanche Milano! Spero di poter presto rimediare a questa mia mancanza!

  7. penna bianca ha detto:

    Ritagli personali di una Parigi che prendono vita. A me Parigi piace ma non ne vado matta.

  8. Martina ha detto:

    Io lacrimo ogni volta che penso a Monmartre al tramonto con il Sacro Cuore sfiammeggiante…

  9. nutriarch ha detto:

    La città europea più milanese per me è Madrid, parlata strascicante inclusa.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: