Successi di pubblico, spigolature.

Successo di pubblico n. 1: Un nuovo partito

 

 

 

 

 

 

 

Dopo l’esperienza del più grande statista degli ultimi 150 anni, ognuno si sente in diritto di scendere in campo. Anche Emilio Fede.

Il fatto è che oltre ad avere qualcosa da dire bisogna trovare anche orecchie che ascoltino.

***

Successo di pubblico n. 2: Un vecchio partito

 

Apprezzo le primarie del centrosinistra.
Oltre tre milioni di presenze, una grande partecipazione di persone molto pazienti con un grandissimo desiderio di dare un senso alla politica.
Ma non mi è piaciuto l’aver dubitato pubblicamente da parte di uno dei contendenti dei risultati che, in definitiva, sono andati esattamente come tutti si aspettavano. Anche il dubitante.
Perché quel dubitare vuol dire insinuare sulla correttezza e screditare quella che è in ogni caso un’esperienza significativa.
Mi ha ricordato, di nuovo, il grande statista che fino al suicidio del governo Prodi aveva sbraitato per due anni di brogli elettorali.
No non mi piace, è un po’ come fa il bambino viziato che quando capisce che perderà se ne va portandosi via il pallone.

***

Successo di pubblico n. 3: Un pubblico paziente e affettuoso

So di essere monotono scrivendo ancora di Guccini e del suo ultimo disco L’ultima Thule presentato lunedì 26 novembre alla Feltrinelli di Milano.
Ma rimango sempre stupito dalla paziente e affettuosa partecipazione di molte generazioni alle manifestazioni pubbliche di questo artista.
E sono stupito anche dalla mia partecipazione perché faccio ora cose che non facevo nemmeno a vent’anni.
E sono anche tornato a casa con un trofeo!

Annunci

11 Responses to Successi di pubblico, spigolature.

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Beh, Giuseppe, il fatto che solo poche decine di persone abbiano assistito alla triste e squallida “scesa in campo” di Emilio Fede mi ha rinvigorito la speranza che la gente, tutta la gente (compresa la “casalinga di voghera”) abbia compreso e si sia stufata di questi imbonitori televisivi.
    Speriamo che questa reazione continui ….

  2. tramedipensieri ha detto:

    Devo riconoscere che ha veramente una faccia tosta!! che figura meschina…che ha fatto!

    Bellissimo trofeo! Sana invidia, io! 😀

  3. penna bianca ha detto:

    …E non credi che sia un bel segno di vitalità stupirsi ancora di se stessi? 🙂

  4. luceinombra ha detto:

    età media? alta… molto alta… come trascorrere il tempo al calduccio facendo finta di ascoltare… e poi tutti quei posti con sopra scritto RISERVATO… A CHI??????? 🙂

  5. Trutzy ha detto:

    Ciao, credo di intuire che tu hai partecipato alle primarie e non hai votato Renzi! 😀 Io non sono schierata politicamente per questo non ho votato alle primarie, ma in fondo avrei voluto che le avesse vinte una donna, magari se le avesse vinte la Puppato avrei avuto un motivo per votare questo schieramento: avere un candidato premier donna. Sinceramente non so chi voterò alle politiche ma credo che per avvicinarmi ai seggi dovrò ubbriacarmi, da lucida è troppo difficile mettere una crocetta sui nomi dei politici , nel tempo ho sviluppato una certa avversione. Ho seguito un po’ le primarie nelle varie trasmissioni …. hai notato come i sostenitori di entrambi gli schieramenti hanno imparato bene la vulgata? Ripetono le esatte parole dei loro sostenuti, non aggioungono né tolgono una parola, sono degli automi! E chi vincerà darà la linea ossia la vulgata ufficiale, come nei congressi credo! Tutto ciò mi dà i brividi!

    • giuseppeb ha detto:

      Io penso che la politica vera non sia quella che la maggior parte dei politici manifesta in questo periodo anche con comportamenti da automi.
      Ma penso e spero che ci sia qualcuno che si impegna con serietà e onestà.
      E poi ci siamo noi che dobbiamo essere vigili.

  6. laulilla ha detto:

    Non ho mai pensato che tutti siano uguali in politica, se non altro perché non tutti rappresentano gli stessi gruppi sociali, e ancora, perché se è vero che onesti e disonesti ci sono dappertutto, è altrettanto vero che la quantità dei disonesti non è affatto la stessa: credo che in qualche modo la quantità possa essere qualità! Io ho votato per Bersani, ma non mi sono sentita né automa, né coartata.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: