Reticolo

Reticolato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Devo avere già accennato che al mattino, almeno fino a una certa ora, ho qualche difficoltà a parlare e soprattutto ad ascoltare.

Quando esco al mattino per recarmi al lavoro è molto presto, già alle 7 emergo dalla metropolitana e lascio che oziosi vagolino i miei pensieri, salutare preludio all’attività giornaliera che mi attende.

Ma questa mattina i miei pensieri si sono impigliati in un reticolo di cavi elettrici, cavi del tram, scie di aerei e non so che altro.

È stato come un avvertimento che settembre è ritornato; che è ricominciato il solito insensato ritmo.

Annunci

4 Responses to Reticolo

  1. penna bianca ha detto:

    buon segno però. Significa che alzi gli occhi da terra…:-)

  2. laulilla ha detto:

    Bello questo scritto: il reticolo insensato, ovvero la prigione dell’ordinaria quotidianità cui non riusciamo a sfuggire! “Il varco è qui?” La risposta è nel nome di questo tuo bel blog!

  3. adimer passing ha detto:

    Il reticolo che negli anni 60 si guardava senza paura come segno di modernità, futuro e progresso, oggi è diventato presagio di pessimo sviluppo, costrizione, sopruso. PIL.
    Aspetto di poter tornare a rivedere un pezzo di terra tra due case con dei fiori e un pesco selvatico.
    E dei bambini che giocano con nessuno a cui danno fastidio.
    Ma ormai il reticolo… ha fatto il suo dovere….
    Ciao!
    A.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: