In quel lontano 1934

Mamma 1955?

Tetta!
Così la chiamavano per quella meravigliosa fantasia che hanno i meridionali di dare la ‘ngiuria, cioè un soprannome, alle persone. Un soprannome che al sud è lungi dall’assumere il malizioso significato che si potrebbe attribuire al nord.
O forse era solo una ugualmente fantasiosa contrazione del suo nome da Antonia > Antonietta > Tetta. Anche adesso qualcuno la chiama così.
Spesso ho cercato di immaginare, anche grazie ai suoi racconti, di come potesse essere la vita di una bambina nella provincia salentina, a Gallipoli dove è nata, in quegli anni sul finire del “regime” a cavallo della seconda guerra mondiale.
E vedo pur nelle difficoltà del tempo una bambina/ragazzina felice, capace di interpretare le sue giornate con intraprendenza, coraggio e libertà di fare quello che i suoi pensieri le dicevano nonostante un padre severo.
E con un carattere aperto e spontaneo capace di stabilire rapporti e legami con facilità.
E con l’età ha lentamente maturato una gran libertà di pensiero insieme a un senso dell’impegno, delle cose da fare, domestiche o di lavoro, che le ho sempre invidiato.
All’inizio degli anni ’50 non ancora diciottenne, l’emigrazione a Milano con la famiglia. Un luogo che doveva sembrarle freddo e ostile dove si parlava anche una lingua diversa. Ma con la sua tenacia e determinazione ha saputo adattarsi alla grande città e alle difficoltà che vivevano i giovani di allora.
Poi il matrimonio, la famiglia, le radici ormai messe a Milano ma senza perdere il contatto con Gallipoli dove passa ogni anno gran parte dell’estate.
Le cose con gli anni sono poi lentamente migliorate ma in ogni eventualità il suo atteggiamento è stato sempre lo stesso.
Quello di credere di poter superare ogni ostacolo con una ferrea forza di volontà ma anche con idee che sembravano impossibili a chi osservava ma che poi immancabilmente riusciva a realizzare.
Ha sempre fatto ciò che voleva.
Una forza della mente e una capacità di vedere più avanti delle persone comuni che le hanno fatto raggiungere i risultati che si prefiggeva.
Con me e mia sorella è sempre stata una presenza su cui sapevamo di poter contare anche nei momenti in cui abbiamo avuto contrasti.
Un punto di riferimento.
La sua casa ancora adesso è mentalmente aperta, la sua tavola può sempre aggiungere un posto, ha una parola per tutti.

Io e la mia mamma

Io e la mia mamma


La mia mamma è nata il 30 gennaio 1934 e oggi compie 80 anni!

Tanti auguri!!!!!

Annunci

23 Responses to In quel lontano 1934

  1. labloggastorie ha detto:

    Auguri a mamma Tetta! 🙂

  2. laulilla ha detto:

    Auguri alla mamma, anche oggi così bella come un tempo e auguri anche a te, perché tu possa, per molto tempo ancora, ricordare con lei questa data!

  3. righe orizzontali ha detto:

    Donne d’altri tempi da cui noi mamme moderne abbiamo molto da imparare. Auguri!

  4. laraebasta ha detto:

    Io oggi ne compio la metà! Auguri mamma Tetta! 🙂

  5. adimer passing ha detto:

    Anche con te ha raggiunto un buon obiettivo! Tanti auguri!
    A.

  6. Letizia Cortini ha detto:

    Mi piace assai! Auguri!!!! 🙂

  7. Giulia ha detto:

    Tanti auguri alla tua mamma!!

  8. penna bianca ha detto:

    Ma che bella la tua mamma. Auguri per i suoi bellissimi ottant’anni.

  9. Eunice ha detto:

    Mi ricorda le foto f’epoca di mia mamma , tempi duri quelli, ma così semplici ! ciao grazie peril following , ciao auguri e un saluto a tua mamma , sera!

  10. Eunice ha detto:

    Figurati,, 🙂 Non ci sono molto spesso ma appena riesco, volentieri 🙂 ciao ! buon pomeriggio !

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: