Musica e parole

The morns are meeker than they were
The nuts are getting brown
The berry’s cheek is plumper
The Rose is out of town.

The Maple wears a gayer scarf
The field a scarlet gown
Lest I should be old fashioned
I’ll put a trinket on.

(I mattini sono più miti di com’erano
Le noci stanno diventando marroni
La guancia della bacca è più paffuta
La Rosa è fuori città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia
Il campo una veste scarlatta
Per non essere fuori moda
Mi metterò un ciondolo.)

Autumn di Emily Dickinson

Ho un rapporto difficile in questo periodo con la scrittura di post.
Nonostante varie letture sparse, soprattutto saggistica, che solitamente mi offrono spunti per scrivere;
nonostante abbia iniziato con grandissimo piacere anche la rilettura de I Promessi Sposi;
in questi giorni nessuna idea per scrivere.

Tuttavia un libro che sto leggendo sui movimenti musicali del ‘900 (Il pensiero musicale del Novecento di Enrico Fubini) mi ha stimolato nel capitolo in cui affronta il rapporto tra musica e letteratura.

Solita breve ricerca e per caso mi sono imbattuto nella poesia Autumn di Emily Dickinson (qui il sito italiano molto ben curato), musicata dal grande Sergio Endrigo e cantata dalla voce originale di Malika Ayane.
La canzone che prende il titolo dal primo verso della poesia, The morns are meeker than they were, si trova nel disco Ricreazione.
Una vera delizia.

Per me verranno tempi più ispirati.
Si spera.

Annunci

3 Responses to Musica e parole

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Anche io ho, talvolta, la voglia di scrivere e raccontare che per qualche tempo si esaurisce. Poi torna ….

  2. adimer passing ha detto:

    Ciao SoG.
    Io invece sono stanchissimo. Ho troppo da fare e da pensare, come sai, e non mi attacco al computer per non fare notte: non potrei permettermelo. Spero di ritrovare tempo ed energie…
    Questa canzone è stupenda! Bellissima! Sei una miniera di gemme!
    Grazie. Sono Endrighista e Dickinsonista!
    Cercherò di approfondire il discorso Malika Ayane.
    Ciao caro SoG.
    Il vecchio sgangherato A.

  3. laulilla ha detto:

    Caro Giuseppe, capita a tutti, perché la primavera, checché se ne dica, è faticosa; le primavere, poi, non ne parliamo! ; )

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: