The Shard, la scheggia nel fianco di Gasparri

“Pur rispettando il capo dello Stato e i quattro nominati (Claudio Abbado, Renzo Piano, Elena Cattaneo, Carlo Rubbia), dalle carte trasmesse alla giunta non sono emersi elementi sufficienti ad identificare gli ‘altissimi’ meriti scientifici della prof. Cattaneo nè gli ‘altissimi meriti sociali’ attribuiti a tutti e quattro”.
I senatori di Forza Italia sui senatori a vita nominati da Napolitano

“Resta poi la intollerabile condotta di Renzo Piano che, a differenza degli altri senatori a vita, è venuto in aula solo per il voto sulla decadenza di Berlusconi, con una condotta che non esito a definire spregevole.”
Maurizio Gasparri
IMG_8418

Camminando per Londra c’è una presenza discreta e continua che sembra seguirti ovunque si vada.
Un po’ come quando si viaggia in auto nelle notti estive e pare che la luna ti segua e ti faccia compagnia.
Si parla del grattacielo progettato da Renzo Piano chiamato The Shard, in italiano scheggia o spina, che grazie alla sua altezza svetta nel cielo di Londra ed è praticamente visibile quasi da ogni parte della città soltanto alzando lo sguardo.
IMG_8332
Personalmente non ho ancora fatto i conti con questo genere di edifici, i grattacieli, probabilmente perché vivo a Milano e non sono ancora riuscito a capire come le prime torri sorte negli ultimi anni si possano integrare con la tradizione urbanistica del capoluogo lombardo.
Ma sono edifici che mi affascinano perché sono solitamente belli, innovativi e sfidano le capacità e le possibilità umane.
The Shard è stato inaugurato nel 2012, costruito su progetto di Renzo Piano è alto 310 metri, al suo interno ci sono uffici, negozi, ristoranti, alberghi, appartamenti di lusso. Costruito con le più avanzate tecnologie per il risparmio energetico, grazie alla copertura esterna in cristallo cambia il colore e l’intensità delle sue otto facce durante le ore della giornata e nelle diverse condizioni climatiche.
Il progetto prevedeva un limitato numero di posti auto, una cinquantina, per favorire il trasporto pubblico, il grattacielo sorge nei pressi della London Bridge Station che ha un’utenza giornaliera di circa 300 mila persone.
Pensato come un luogo per i londinesi in realtà ha prezzi così elevati che la fruizione dell’edificio anche per una visita, l’ingresso costa 25 sterline, è proibitivo.

Fotografia dal sito http://www.the-shard.com/

Fotografia dal sito http://www.the-shard.com/

All’ultimo piano è stata creata la Meditation Room e non so se Gasparri abbia mai pensato di andarci.
Nonostante la mia scarsa propensione nazionalistica camminando per Londra pensavo con un certo piacere di poter essere meglio rappresentato dalla “scheggia” di Renzo Piano piuttosto che dal compatimento o dai sorrisi ironici che suscita la nostra classe politica modello Gasparri.

Annunci

9 Responses to The Shard, la scheggia nel fianco di Gasparri

  1. Nuzk ha detto:

    Gran bel post! ;D

  2. Nuzk ha detto:

    Il punto è che Gasparri di “perle” come questa ne infila a piene mani quotidianamente, senza dar cenno di averne la benchè minima coscienza.

    • giuseppeb ha detto:

      Verissimo. La conduzione della politica specie di una certa parte, per richiamare il tuo post “Silenzio“, è uno dei motivi per cui è utile fare.
      Giuseppe

      • Nuzk ha detto:

        Triste ma molto vero…Fare per non sentire, non tanto le notizie che arrivano, quelle le voglio sentire sempre, per sapere. Ma a volte le emozioni che quelle notizie generano, sono troppo. E allora fare ristabilisce gli equilibri. Buona serata Giuseppe 🙂

  3. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Gasparri fa parte di quella vasta pletora di gente che, quando si distribuiva intelligenza, se n’è andato dalla fila dichiarando “quella mica mi serve, io ci metto olio e aceto nell’insalata”. Figuracce mondiali ….

  4. adimer passing ha detto:

    Io ho sentito con le mie orecchie al TG Regionale che Abbado ha commentato con una nota la sua nomina a senatore a vita…..
    Del tutto involontario.
    Ciao SoG.
    A.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: