About

Tra ricordo, memoria e tempo!
Senza trama. L’uomo di oggi è senza trama. Crede di sapere e non sa.
Un percorso tra ricordo, memoria e tempo, per poter essere ciò che siamo.

Aggiornamento novembre 2014
Ho deciso di passare dalla generica affermazione La ricerca della trama all’incertezza della domanda Il varco è qui?
IMG_9182
Da un po’ di tempo sono alla ricerca delle mie radici intellettuali nelle esperienze culturali del ‘900; io sono un figlio del ‘900 ma ho molti vuoti che devo colmare.
Qualche mattina fa passeggiando per piazza Duomo alle sette del mattino ho scattato questa fotografia.
L’atmosfera nuvolosa rendeva tutto grigio e l’impressione che ne ho avuta mi ha fatto leggere la fotografia come una metafora della mia esistenza, ma non solo.
La situazione generale di crisi economica e di identità era rappresentata dal grigiore diffuso. In questo buio sole indicazioni, come orientamento, come stella polare, le luci con i nomi degli artisti Yves Klein e Lucio Fontana con il suo Neon in evidenza.
Il mio varco esistenziale è qui nella cultura, almeno per quel che io penso, come solo rimedio per “capire gli uomini e le idee”.

Annunci

26 Responses to About

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Il piacere della dialettica, eh? è sempre una gran bella rilettura …

  2. ombreflessuose ha detto:

    Eppure la trama è già scritta …
    La vita ci inganna sempre
    Ciao
    Ombre

  3. simphonyblue ha detto:

    Ciao, grazie tanto per il ”like”. I truly appreciate it! Best wishes!

  4. laurin42 ha detto:

    La trama la scriviamo noi creandola ogni giorno con le nostre esperienze secondo i nostri sogni e sostenendola con la nostra volontà. Ogni colore, ogni sfumatura, ogni profumo,ogni musica che l’accompagna dipende da noi.
    Siamo artefici della nostra vita!
    Love
    L

  5. ediliociclostile ha detto:

    non potrei essere più in linea con questo pensiero!

  6. Riyueren ha detto:

    Che cos’è la trama dell’uomo se non un insieme di fili…fili di luce e di sogni, fili di ombre, ricordi e dolori…Leggo dai tuoi post che i tuoi fili sono molto simili ai miei: immagini, poesie, suoni.Sono fili che ci legano tutti..e così la trama s’intesse a più ampio tessuto.Grazie per aver apprezzato le pitture del sole.

  7. Paula ha detto:

    Grazie per lasciare “like” Sto tentando de capire il tuo “about” 🙂

  8. pennabianca ha detto:

    Perdersi è facile e spesso è nella natura umana. L’importante è poi ritrovarsi.:-)

  9. emanuela ghi ha detto:

    Direi che perdersi è fondamentale! Per cui: lasciatemi perdere!

  10. nutriarch ha detto:

    Incomincio a leggerti con piacere, grazie per esserti fatto trovare!

  11. llqck ha detto:

    Ciao, visto che ti interessi di musica e pubblicizzi gruppi, iniziative, concerti, etc., mi permetto di segnalarti la Corale Polifonica Nazariana, corale amatoriale milanese di cui faccio parte, che ha bisogno di voci maschili (tenori e bassi, anche principianti, fatevi sotto) e di sponsors per poter sopravvivere e tenere dei concerti (i coristi cantano unicamente per passione, ma orchestrali e solisti vogliono essere pagati, talvolta profumatamente). P,S. diffidate dalle imitazioni, noi siamo i più simpatici! http://www.polifonicanazariana.it

  12. solounoscoglio ha detto:

    … anche io avevo due gatti come i tuoi: uno nero ed uno “roscio” come si dice a roma.
    ciao e grazie del passaggio.

  13. roceresale ha detto:

    Di primo acchito, gatti, cieli milanesi e guccini a sottolineare. Potrei starci accolta, di primo acchito.

    • giuseppeb ha detto:

      Penso che qualcuno mi terrà sotto controllo.
      Ciò che posso dirti è che mi piace tutto ciò che esprime umanità in particolare filosofia, lettere, musica, arte in generale.
      E il mio cuore batte a sinistra.
      Spero di ritrovarti! 🙂

  14. marisasalabelle ha detto:

    Ripullula il frangente ancora sulla balza che scoscende… il varco è là?
    Una delle poesie che amo di più.

  15. lamia82 ha detto:

    Blog intenso, pieno dei tuoi sogni…. 🙂 un abbraccio

  16. grazie per avere fatto un salto da me. Ci rileggeremo presto.

  17. domeniconardozza ha detto:

    Nessuno di noi sa.. e non sa soprattutto chi crede di sapere! Il varco è dentro di noi nelle nostre radici.. culturali e non.. è dentro di noi.. dietro di noi! Il varco è oscuro.. è coperto di fronde.. non si vede.. lo troviamo solo quando ci guardiamo dentro senza odio.
    Ciao Giusè! 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: