Musica e parole

16 maggio 2014

The morns are meeker than they were
The nuts are getting brown
The berry’s cheek is plumper
The Rose is out of town.

The Maple wears a gayer scarf
The field a scarlet gown
Lest I should be old fashioned
I’ll put a trinket on.

(I mattini sono più miti di com’erano
Le noci stanno diventando marroni
La guancia della bacca è più paffuta
La Rosa è fuori città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia
Il campo una veste scarlatta
Per non essere fuori moda
Mi metterò un ciondolo.)

Autumn di Emily Dickinson

Ho un rapporto difficile in questo periodo con la scrittura di post.
Nonostante varie letture sparse, soprattutto saggistica, che solitamente mi offrono spunti per scrivere;
nonostante abbia iniziato con grandissimo piacere anche la rilettura de I Promessi Sposi;
in questi giorni nessuna idea per scrivere.

Tuttavia un libro che sto leggendo sui movimenti musicali del ‘900 (Il pensiero musicale del Novecento di Enrico Fubini) mi ha stimolato nel capitolo in cui affronta il rapporto tra musica e letteratura.

Solita breve ricerca e per caso mi sono imbattuto nella poesia Autumn di Emily Dickinson (qui il sito italiano molto ben curato), musicata dal grande Sergio Endrigo e cantata dalla voce originale di Malika Ayane.
La canzone che prende il titolo dal primo verso della poesia, The morns are meeker than they were, si trova nel disco Ricreazione.
Una vera delizia.

Per me verranno tempi più ispirati.
Si spera.

Annunci

The cat and the sun

22 gennaio 2013

She sights a Bird – she chuckles –
She flattens – then she crawls –
She runs without the look of feet –
Her eyes increase to Balls –

Her Mouth stirs – longing – hungry –
Her Teeth can hardly stand –
She leaps, but Robin leaped the first –
Ah, Pussy, of the Sand,

The Hopes so juicy ripening –
You almost bathed your Tongue –
When Bliss disclosed a hundred Wings –
And fled with every one –

She sights a bird (F351)- Emily Dickinson (1830-1886)

The cat and the sun

Questo è il fratello/sorella del gatto notturno di qualche post fa.

Siccome non sono riuscito a inserire l’immagine in un commento di quel post ho cercato un pretesto nella poesia di Emily Dickinson per dedicare al “gatto al sole” uno spazio proprio.

Mia figlia, ora sedicenne, mi dice di segnalare che alcuni tratti sono stati ritoccati ripetutamente in seguito e, secondo lei, rovinati.

***

Per la coppia un posto d’onore nella mia libreria!
Two cats